Esse

(antichi torroncini cremonesi)

125g di mandorle toste

(tostate le mandorle su teglia rivestita da carta da forno ben stese. In forno preriscaldato a 200° per circa 10 minuti. Quando cominciano a dorare sono pronte. Fatele raffreddare).

125g di nocciole tostate

(al supermercato le trovate già pelate e tostate; diversamente usate il procedimento che serve per le mandorle.)

Macinatele grossolanamente in un frullatore e mettetele in una zuppiera capiente.

1 manciata di farina saracena

(o di farina di riso, o di quinoa, o di castagne)

250g di zucchero a velo

Aggiungete alla frutta secca girando bene con le mani.

50g di chiare d’uovo non montate

Versate poco per volta le chiare nell’impasto fino a renderlo morbido come una frolla e aggiungete, se necessario, ancora una manciata di farina che avete utilizzato prima. 

Mettete l’impasto sul piano da lavoro e fate dei rotolini aiutandovi con altro zucchero a velo. Fate degli gnocchi della lunghezza di un pollice. Arrotolateli nello zucchero a velo e schiacciateli tra i due pollici, come vedete nella foto, facendo proprio delle S che metterete su teglia rivestita di carta da forno, distanziate circa mezzo centimetro l’una dall’altra. Infornate in forno preriscaldato:

In forno ventilato 200°per circa 10/15 minuti oppure in forno statico 210°per circa 10/12 minuti.

Conservate in scatole chiuse per circa 20/30 giorni.

Categorie: DOLCE

4 commenti

Anna Arosio · 4 Luglio 2020 alle 14:01

Semplicemte fantastici

    Elisabetta Leani · 4 Luglio 2020 alle 14:47

    Grazie mille Anna!

Anna Arosio · 4 Luglio 2020 alle 14:02

Fantastico

    Elisabetta Leani · 4 Luglio 2020 alle 14:49

    Grazieeeeee!

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *